Rimbaud

RIMBAUD 


Il 20 ottobre 1854 nacque una dei poeti della “maledizione” più virulenti e devastanti di ogni epoca: Arthur Rimbaud. 
Fu poeta precocissimo, un bagliore che illuminò la poetica e lo stile, cantò le ubriachezza dei battelli e le illuminazioni abbaglianti, cantò la pace nella verzura di una campagna, in una ferita che squarciava il petto del soldato prima che il pacifismo fosse “inventato”.
Poi un giorno, un bel giorno, smise di scrivere e finì a trafficare armi in Africa.

Gli marcì nella cancrena una gamba e morì “come tutti si muore”.
Rimbaud.

Arthur Rimbaud.

 

Emiliano Deiana

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather