#Socialdistancing: al punto di partenza?

Durante la quarantena il tempo non passava mai,

passavamo le giornate intere a guardare Netflix e la Rai,

Conte ha cominciato a scrivere decreti, facendo chiudere i negozi e tutti i poveretti.

A metà quarantena abbiamo cominciato la DAD, riallineandoci tutti un po SAD.

A Maggio potevamo uscire, ma solo muniti di guanti e mascherine.

L’estate hanno deciso di riaprire le discoteche, facendo risalire i contagi, riportandoci al punto di partenza, sul divano a mangiare i cracker.

 

Schizzi che funzionano dal punto di vista plastico del segno.

Il segno è volumetrico.

Da questo momento lavoreremo progettualmente sulla caratterizzazione anatomica del personaggio.

Il passaggio dalla matita al pastello a olio, consentirà di mettere a fuoco gli errori e le deformazioni non volute da correggere con modalità schematiche di disegno.

Studio di serpente stilizzato finalizzato a raccontare metaforicamente il distanziamento sociale, ancora non si schematizza la ricerca della forma e il segno appare ancora poco plastico, si proseguirà tentando di mettere a fuoco le forme volumetriche attraverso il tratteggio.

Tavola schizzi da mettere a fuoco e contestualizzare, errori d’impostazione nella schematizzazione di costruzione di un volto.

Studi d’autoritratto (con tanto di schematizzazione) che denotano una naturale predisposizione vero le Arti Figurative, nelle tre tavole di schizzi chiederò di studiare le proprie espressioni mimiche, attraverso le quali sarà interessante discutere su prospettive di visioni figurative ideali e/o naturali.

Segno plastico buona, buona la capacità d’orientare il disegno nello spazio, da correggere la conservazione delle proporzioni quando si ruota un disegno nello spazio, col tempo si approfondirà la costruzione delle parti anatomiche del volto per schemi per poi tradurre tutto questo un progetto plastico.

Test d’ingresso con l’iconica figura del proprio spazio privato che diventa un bunker di relazione creativa verso l’esterno nel tempo del distanziamento sociale.

Sviluppo interessante del progetto.

Resta da capire se si vuole lavorare su questo tema del volto distanziato socialmente con mascherina che vorrebbe evadere dal proprio smartphone ridotto ad ambulanza o se si è intenzionati e motivati nel costruire una forma anatomicamente più complessa che racconti il distanziamento sociale.

 

 

 

 

 

 

Please follow and like us:
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather