#Socialdistancing #inpresenza

Possibile idea progettuale, percettivamente sembra suggerire un doppio registro di sviluppo, con le macerie che paiono essere frammenti cascati di un’umanità persa, la realizzazione sarà plasticamente fratturata tra le due e le tre dimensioni?

Intrigante può anche essere lavorare sull’alieno in termini di distanziamento sociale, quasi a sottolineare che l’infetto (l’altro, l’alieno) è diverso da noi e per questo è da tenere a distanza.

Progetto definito, resta da ragionare sulla possibile ambientazione, in quale tipo di spazio, questo contenuto plastico può essere più efficace che altrove?

Se il distanziamento sociale fosse soltanto una questione d’impossibilità di avere la chiave d’accesso per aprirsi all’altro?

Ambientare un proprio contenuto progettuale plastico, vuole dire riuscire a rappresentarlo in un contesto spaziale congruo.

Immagine da sviluppare e definire anche attraverso l’ausilio di software di definizione grafica multimediale (purché lo sviluppo sia coerente all’idea progettuale).

Sviluppo di progettazione plastica che potrebbe disegnare anche nuove traiettorie di definizione di ricerca, un elaborato nato come ricerca tematica potrebbe anche diventare uno studio d’elaborazione plastica pittorica su scala maggiorata.

 

Please follow and like us:
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather