#Socialdistancing lo rappresentiamo?

#socialdistancing
Ci ritroviamo tutti in questo magico mondo della didattica a distanza che eravamo pronti ad affrontare, per restare sul tema di lavoro di ricerca annuale, vi pongo oggi tre quesiti, da accompagnare con almeno uno schizzo grafico d’accompagnamento, da restituirmi in presenza via gmail, via social, via whatsapp o come preferiti, le risposte a questi quesiti e gli schizzi d’accompagnamento dovranno però essere rigorosamente nel vostro personale blocco schizzi di progettazione plastica, siete dei giovani artisti e creativi e siete il futuro che sta affrontando questo inedito della storia, il vostro blocco schizzi con le vostre riflessioni e la vostra fotocamera integrata che vi consente di fissare le vostre impressioni emotive su quello che stiamo vivendo:
 
– In questa situazione di distanziamento, oggi anche fisico, lavorare su di un tema di ricerca, che nel quotidiano è un problema comune (il distanziamento sociale), può  farci sentire vicini? Perché?
 
– Vi sto inviando questa email dalla vostra classe (quest’anno anche laboratorio distanziato e frammentato) nr.2, ovviamente la classe vuota e priva di suoni, rumori e interazioni è infinitamente triste e melanconica, sono importanti i suoni, i rumori, le parole e le suggestioni dell’altro nella progettazione artistica o in questa modalità ascoltate meglio i vostri pensieri?
 
–   Cosa vorreste dire o comunicare in questo momento rispetto a questa situazione? Riuscite a trovare degli aspetti piacevoli in questa nuova condizione? Quali sono? 
 
Esegui degli schizzi grafici liberi che raccontino te ora e se necessario accompagnali con delle indicazioni scritte.
Schizzo ricevuto durante l’esercitazione a distanza, lo smartphone è visto come uno strumento d’avvicinamento sociale, e in questo momento storico uno strumento essenziale per elaborare tavoli di ricerca su tematiche e progettazioni comuni, ho chiesto a chi mi ha inviato questo schizzo di tradurre però questo contenuto in qualcosa di plastico e anche emotivamente caldo.
Schema d’impostazione del volto non ancora assimilato, prevedo per chi non riesce ad assimilarlo d’impostare il lavoro su tavole singole e poi tornare successivamente sulle tavole di schizzi.
Interessante costruzione grafica, con una forte caratterizzazione ci si muove sullo schema delle proporzioni classiche, in questo caso sto chiedendo l’elaborazione della figura da diversi punti di vista, poi lavoreremo sull’anatomia della figura progettata.
Studio di occhio, non torna in proporzione con il naso appuntato lateralmente, ma si tratta solo di uno studio di caratterizzazione, molto rigido (e per questo poco naturale) il sopracciglio.
Tavola di schizzi ben impaginata e dal segno molto plastico, interessante, gradevole e puntuale l’idea di bilanciare la tavola con il simbolo del Corona Virus in chiave decorativa ornamentale.
Please follow and like us:
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather