Sono troppo figo per andare a votare

Per quanto riguarda le elezioni di domani e di febbraio ritengo fondamentale non affrontarle con superficialità e menefreghismo.

Dal canto mio mi sto impegnando in un duro lavoro di osservazione e analisi delle forze e delle proposte in campo.

Sto leggendo ogni giorno giornali, bacheche, articoli, dichiarazioni dei candidati, dichiarazioni della gente sui social.

Sto toccando con mano la Sardegna per bene, quella nobile, quella responsabile, impegnata, insomma, quella per bene, molto per bene.


Sto seguendo politici per bene, bootlickers per bene, fluffers per bene, direttori per bene, presidenti per bene, scrittori per bene, giornalisti per bene, registi per bene, musicisti per bene, professori per bene, sindaci per bene, sfaticati per bene.


E dopo questo lungo periodo di studio ho dovuto fare un vero e proprio bagno di umiltà arrivando alla conclusione che sono troppo figo per andare a votare.

Antonio Musa Bottero

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather