Studio di un volto e profilo sinistro

Si tratta ovviamente di un’esercitazione strutturata per livelli, durante il biennio è finalizzata alla comprensione di come sia strutturato un volto umano e come lo si possa caratterizzare.

Nel corso di Arti Figurative, l’unico nel post biennio dove certe tematiche possano essere approfondite a tempo laboratoriale pieno diventa uno strumento trasversale di studio e di ricerca anche per eventuali ricerche tematiche, ovviamente c’è un forte stacco tra il biennio e il triennio, perché mentre nel biennio può essere letto come qualcosa di meccanico e imposto, nel triennio rientra in quella categorie d’indagine e di conoscenza che determinano la qualità di una ricerca artistica, anche quando non propriamente classica e Accademica.

In questo caso si tratta di un volto inventato e di un profilo sviluppato di conseguenza, la torsione del profilo destro pare innaturale rispetto al collo, ma potrebbe essere un’illusione ottica, in prospettiva andrebbe migliorato il tratteggio-chiaroscuro per descrivere i tanti stacchi plastici e volumetrici che caratterizzano un volto umano.

Non male per essere la prima volta che ci si confronta con la forma-espressione di un volto da caratterizzare.

 

Anche in questo caso si tratta di un volto inventato, si sta lavorando per possedere automaticamente una forma di rappresentazione di un volto in maniera tale che con l’esercizio reiterato, qualora si decidesse di procedere nel triennio di Arti Figurative, ci sia la possibilità di farne indagine di studio da canalizzare in un qualsiasi progetto tematico (plastico o pittorico che sia) che indaghi volto e corpo in chiave comunicativa ed espressiva.

 

Figurazione tridimensionale, studio di un ritratto, non sappiamo ancora se questo studio confluirà nel progetto tematico annuale di Discipline Plastiche #socialdistancing, vero che nella figurazione tridimensionale la distanza del soggetto dallo sguardo dell’artista è qualcosa d’imprescindibile per l’osservazione, questo non toglie che nell’ambito delle moltitudini di varianti espressive del soggetto ritratto, non si studiano un’espressione che faccia riflettere su come il soggetto ritratto stia vivendo il momento storico presente, quello del distanziamento sociale.

In questo caso specifico, notevole come si sia costruita la figura con delle linee di costruzione che ne rispettino l’equilibrio, un progetto presentato in questa modalità non può che fare riflettere su come storicamente i modi di procedere nei confronti dell’osservazione della realtà dell’artista e dell’uomo di scienza, siano profondamente interconnessi.

Nella prossima videolezione a distanza, si lavorerà, sul profilo laterale destro.

Please follow and like us:
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather