SUL PONTE SVENTOLA BANDERA BIANCA

SUL PONTE SVENTOLA BANDERA BIANCA
In questo cortocircuito ideologico senza precedenti può capitare ancora di sentire giornalisti che chiedono alla Meloni e agli altri transfughi del Movimento Sociale di smarcarsi da Mussolini e di dichiarare con convinzione il proprio antifascismo, quando da settimane stiamo celebrando a reti unificate le magnifiche gesta belliche degli eroi di Azovstal, che abbiamo riempito di denari e di armi fino ai denti e che hanno resistito stoicamente e coraggiosamente all’assalto dei russi, come soltanto dei veri nazisti devoti al Führer sono in grado di fare.
Del resto, se un gerarca/politico che ha contribuito a sterminare centinaia di migliaia di ebrei e di polacchi viene ricordato come un eroe nazionale, con oltre 40 statue erette in suo onore in tutta l’Ucraina, altro che dichiarazioni di antifascismo.
Piero Tomaselli