Trenta membri destituiti

Scrive il sindaco Emiliano Deiana:

“La ministra Grillo ha chiesto e ottenuto la schedatura politica di sei scienziati del Consiglio superiore di sanità.

Quei sei, insieme con gli altri 24, sono stati poi cacciati e sostituiti.
Dopo le schedature politiche dobbiamo aspettarci, come accadeva alla Fiat negli anni Cinquanta nei confronti dei lavoratori comunisti, anche i reparti confino per i medici non allineati con il verbo grillino?”

Per capire a che punto arriva l’ignoranza (o la disonestà intellettuale) di Repubblica, del Corriere e del sindaco Deiana riporto alcune informazioni intorno alle funzioni e alla normativa che regola il “Consiglio Superirore di Sanità”.

Vi faccio subito un sunto della questione rilevante, perché probabilmente non avete voglia di leggere quanto scrive il sito salastampa.salute.gov.it.

1) Il Consiglio superiore di sanità è un organo di consulenza tecnico scientifica del Ministero della salute.

2) Il Consiglio superiore di sanità è composto da trenta componenti non di diritto e dai componenti di diritto.

3) I trenta componenti non di diritto vengono nominati dal ministro della salute, che ha quindi facoltà di destituirli per nominare chi le aggrada.

4) La ministra Grillo ha destituito i trenta membri non di diritto ed era perfettamente nelle sue competenze.

Non c’è altro da aggiungere, se non che l’Emiliano Deiana in questione prima di parlare dei lavoratori comunisti, come mio padre, protagonisti delle battaglie per i diritti del lavoro negli anni ’50, dovrebbe ricordarsi dei suoi silenzi tombali e della sua complicità di fronte allo smantellamento di quei diritti conquistati con la lotta, col coraggio e con gli immensi sacrifici da parte dei lavoratori e di noi figli, smantellamento realizzato da Prodi, Veltroni, Bersani, Renzifonzi, paladini del suddetto Deiana, a quei tempi maestro di silenzio.

__________________

Riporto alcune informazioni sul Consiglio Superiore di sanità dal sito del governo.

“Il Consiglio superiore di sanità è organo di consulenza tecnico scientifica del Ministro della salute.”

“Il Consiglio esprime parere su richiesta del Ministro e nei casi espressamente stabiliti dalla legge, in ogni altro caso in cui le Direzioni Generali ne facciano richiesta per l’adozione di provvedimenti normativi od amministrativi e nella eventualità che l’Autorità giurisdizionale richieda la consultazione dell’Organo per decidere contenziosi.

Il Consiglio svolge anche funzione consultiva propositiva.”

“Il Consiglio superiore di sanità (CSS) è organo consultivo tecnico del Ministro della Salute e svolge le seguenti funzioni:

prende in esame i fatti riguardanti la salute pubblica, su richiesta del Ministro della salute;
propone lo studio di problemi attinenti all’igiene e alla sanità;
propone indagini scientifiche e inchieste su avvenimenti di rilevante interesse nel campo igienico e sanitario;
propone all’amministrazione sanitaria la formulazione di schemi di norme e di provvedimenti per la tutela della salute pubblica;
propone la formulazione di standard costruttivi e organizzativi per la edificazione di ospedali, istituti di cura ed altre opere igieniche da parte di pubbliche amministrazioni.
Il Consiglio superiore di sanità esprime parere obbligatorio:

sui regolamenti predisposti da qualunque amministrazione centrale che interessino la salute pubblica;
sulle convenzioni internazionali relative alla predetta materia;
sugli elenchi delle lavorazioni insalubri e dei coloranti nocivi;
sui provvedimenti di coordinamento e sulle istruzioni obbligatorie per la tutela della salute pubblica da adottarsi dal Ministero della salute, ai sensi dei nn. 2 e 3 dell’art. 1 della legge 13 marzo 1958, n. 296;
sulla determinazione dei lavori pericolosi, faticosi o insalubri, delle donne e dei fanciulli e sulle norme igieniche del lavoro;
sulle domande di attestati di privativa industriale per invenzioni e scoperte concernenti generi commestibili di qualsiasi natura;
sulle modificazioni da introdursi negli elenchi degli stupefacenti;
sul diniego e sulla revoca di registrazione delle specialità medicinali;
sui servizi diretti a prevenire ed eliminare i danni delle emanazioni radioattive e delle contaminazioni atmosferiche in genere, che non siano di competenza delle unità sanitarie locali.
I componenti
Il Consiglio è composto da trenta membri non di diritto e dai componenti di diritto di cui all’articolo 7 del decreto del Presidente della Repubblica 28 marzo 2013, n. 44, nonché quelli di cui all’articolo 8 del decreto legislativo del Capo Provvisorio dello Stato 13 settembre 1946, n. 233, come modificato dall’articolo 4 della legge 11 gennaio 2018, n.3.

Il Consiglio si articola nel Comitato di presidenza, nell’Assemblea generale e in cinque Sezioni.

Elemento più rilevante per capire l’ignoranza o la disonestà intellettuale di chi ha dato la notizia:

COMPOSIZIONE

Il Consiglio superiore di sanità è composto da trenta componenti non di diritto e dai componenti di diritto.

COMPONENTI NON DI DIRITTO
I Componenti non di diritto sono nominati dal Ministro della salute in base a quanto previsto dall’art. 7 del decreto del Presidente della Repubblica 28 marzo 2013, n. 44, come modificato dal comma 3 dell’art. 27 della legge 11 agosto 2014, n. 114, e durano in carica tre anni a decorrere dalla data del decreto di nomina.

COMPONENTI DI DIRITTO
Sono componenti di diritto quelli di cui al citato articolo 7 del decreto del Presidente della Repubblica 28 marzo 2013, n. 44, nonché quelli di cui all’articolo 8 del decreto legislativo del Capo Provvisorio dello Stato 13 settembre 1946, n. 233, come modificato dall’articolo 4 della legge 11 gennaio 2018, n.3.

Segretario generale
Direttore generale della Direzione generale della sanità animale e dei farmaci veterinari
Direttore generale della Direzione generale della digitalizzazione, del sistema informativo sanitario e della statistica
Direttore generale della Direzione generale del personale, dell’organizzazione e del bilancio
Direttore generale della Direzione generale della comunicazione e dei rapporti europei e internazionali
Direttore generale della Direzione generale della ricerca e dell’innovazione in sanità
Direttore generale della Direzione generale dei dispositivi medici e del servizio farmaceutico
Direttore generale della Direzione generale degli organi collegiali per la tutela della salute
Direttore generale della Direzione generale per l’igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione
Direttore generale della Direzione generale delle professioni sanitarie e delle risorse umane del Servizio Sanitario Nazionale
Direttore generale della Direzione generale della programmazione sanitaria
Direttore generale della Direzione generale della vigilanza sugli enti e della sicurezza delle cure
Direttore generale della Direzione generale della prevenzione sanitaria
Presidente del Comitato scientifico permanente del CCM
Presidente dell’Istituto superiore di sanità
Direttore del Centro nazionale sangue
Direttore del Centro nazionale trapianti
Direttore dell’Agenzia per i servizi sanitari regionali
Direttore generale dell’Agenzia italiana del farmaco
Ispettore generale della sanità militare presso lo Stato Maggiore della difesa
Presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici e degli Odontoiatri
Presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Veterinari
Presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Farmacisti Italiani
Presidente dell’Ordine Nazionale dei Biologi
Presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici
Presidente della Federazione Nazionale degli Ordini delle Professioni Infermieristiche
Presidente della Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica
Presidente della Federazione Nazionale degli Ordini dei Tecnici sanitari di radiologia medica e delle Professioni sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e della Prevenzione
Presidente del Consiglio Nazionale Ordine Psicologi

La partecipazione alle assemblee generali ed alle riunioni delle Sezioni del Consiglio è, per i membri, onorifica.

Antonio Musa Bottero

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail