I video della mostra “La Giostra e il tempo”

Un dettaglio della locandina della mostra (progetto grafico uberpictures.com)

I video della mostra “La Giostra e il Tempo – identità in cammino tra archetipi e spade” a cura di Nicola Marongiu e Cinzia Carrus sono disponibili ai seguenti link:

NOI CAVALLI

Link YouTube: https://youtu.be/Co9oUTYMcyM

“Grazia, Eleganza, Coraggio innati e inarrivabili, Cuori indomabili. Arabo o Purosangue Inglese?, i cavalli possono permettersi di ignorare queste e altre distinzioni: hanno la Bellezza, incontaminata nonostante selle e redini. Nei loro sguardi, per chi sa e vuole scorgerlo, l’Infinito. Sono Capolavori.”
“Noi, Cavalli” è un ciclo fotografico realizzato da Cinzia Carrus per il Progetto Artistico “Sa Sartiglia” durante la fase introduttiva alla Sartiglia 2016. I cavalli (tra parentesi il nome del rispettivo cavaliere) sono: Mondiale (Franco Ledda); Ispentales (Roberto Salaris); Robin III (Paolo Rosas); Leaders (Giuseppe Catapano); Quaternario (Pierpaolo Falchi); Pepe (Giancarlo Melis); Quessa (Enrico Fiori); Fiordiluna, detta “Lucente” (Marco Contini); Gianha (Diego Pinna); Raptor (Bernardino Ecca); Slobodian, detto “Gighen” (Roberto Volturo); Ercole (Filippo Vidili); Quadriglio (Andrea Sanna); Rafet (Roberto Corona); Pier Vidoc (Andrea Brai); Malizia Baia (Giorgio Pala); Pintau (Fabio Chessa); Isseo (Federico Fadda); Reinos (Attilio Balduzzi); Nader (Valentino Bratzu); Quena Quinta (Alessio Piras); Naramitottu (Alessandro Manca).

I ritratti di ogni splendido cavallo si trovano qui:  https://sasartiglia.com/foto-noi-cavalli-pensieri-stelle-criniere/

Musica: “Gaia” – Nazka


E QUINDI USCIMMO A RIVEDER LE STELLE

Link YouTube: https://youtu.be/mUjaoFFxGDM

“E quindi uscimmo a riveder le stelle”, estratto di 30 minuti dal Bollettino dell’Archivio Storico del Comune di Oristano Sorticularia n.5, a cura di Nicola Marongiu e Cinzia Carrus. L’opera completa, pubblicata in formato DVD, è articolata in 7 interviste della durata di 60 minuti ciascuna e costituisce il primo Bollettino in formato digitale dell’Archivio Storico del Comune di Oristano.

Sorticularia n.5, giugno 2017
A cura di Nicola Marongiu e Cinzia Carrus
Supplemento n. 2 al Bollettino dell’Archivio Storico del Comune di Oristano, Anno VII, n.8, giugno 2013
Direttore responsabile e scientifico: Antonella Casula
Comitato redazionale: Antonella Casula, Simona Deiala, Giovanni Murru, Paola Murru, Rossella Tateo, Ilaria Urgu

Progetto realizzato con il contributo di: Comune di Oristano, Assessorato della Cultura del Comune di Oristano, Archivio Storico del Comune di Oristano, Fondazione Sa Sartiglia, Cineteca Sarda, Fondazione di Sardegna, Gruppo Tamburini e Trombettieri “Sa Sartiglia”, Tipografia Ghilarzese.

L’ANIMA NELLE FONTI ORALI PER LA RICERCA

La pubblicazione di Sorticularia – supplemento al Bollettino dell’Archivio Storico del Comune di Oristano – arricchisce con il mezzo digitale, e la puntualità dell’argomento, il decennale fervore editoriale, di ricerca, conservazione e documentazione, svolto dall’Archivio municipale. L’apparato digitale restituisce una preziosa testimonianza sulla Sartiglia, manifestazione che più di ogni altra identifica la Città. Il fascino e le peculiarità delle fonti orali confermano che questo evento consacra cavallo e cavaliere. Voci e immagini, suoni e ricordi – raccolti da Cinzia Carrus e Nicola Marongiu – inquadrano le specificità sacrali, propiziatorie, sentimentali e simboliche della giostra. E tutto ciò incarnano – amazzone eterna, cavalieri infiniti – coloro che la raccontano.

Antonella Casula, responsabile dell’Archivio Storico del Comune di Oristano


COME NASCE UNA STELLA

Link YouTube: https://youtu.be/zDOZc14NZYo

Mauro Mura è uno degli artigiani che realizzano le stelle della Sartiglia. In questo cortometraggio, a cura di Cinzia Carrus e Nicola Marongiu, i momenti essenziali dell’opera di creazione di ciascuna stella accompagnati dal racconto della sua esperienza

Produzione: Archivio Storico del Comune di Oristano E Assessorato Comunale della Cultura

Si ringrazia Mauro Mura (www.muraorazioemauro.com)

Regia, riprese, montaggio, fotografie: Cinzia Carrus e Nicola Marongiu


SARDEGNA TEMPIO DELLE ACQUE

Link YouTube: https://youtu.be/QhlJoRxFAFI

Regia: Nicola Marongiu, Cinzia Carrus, Francesco Orrù
Traduzione e sottotitoli EN,FR,ES: Cinzia Carrus e Nicola MarongiuProduzione: Progetto Artistico “Sa Sartiglia”

13 parole della lingua sarda (e non solo) con le loro storie e origini – ritrovate principalmente nel Sumerico, nell’Accadico e nell’Ebraico, intrecciate con tutte le culture mediterranee dall’antichità fino ad oggi – e i loro affascinanti misteri narrati dal linguista Salvatore Dedola, attraverso le visioni e i suoni della Sardegna ri-scoperta in tutto il suo potente splendore. In questo documentario tra la linguistica, l’archeologia, l’antropologia, la mitologia e la performance art, è il Culto dell’Acqua il filo conduttore.
La colonna sonora originale composta per il documentario è a firma di Nicola Marongiu, Oscar Quiroz Arias, Matias Quiroz Arias, Marco Aritzu, Nazka.

In estrema sintesi, “Sardegna Tempio delle Acque” è un viaggio tra i luoghi, i riti e le tradizioni mediterranee, partendo dalla Sardegna, attraverso uno sguardo che arriva ad esplorarne le radici arcaiche, oltre le maschere del Carnevale. Le connessioni tra i diversi personaggi ed i combattimenti rituali che animano il Carnevale sardo e i miti di Morte e Resurrezione che ritroviamo nei riti di Adone in Siria, Dioniso in Grecia, Baal in Canaan, Osiride in Egitto, Tammuz in Babilonia; “Carnevale” (Carnasciale, Carrasciale, Carresegare), nella sua accezione di“dissacrazione-sommersione del Potere”; la Sartiglia di Oristano, osservata fino alle sue origini rivela il ruolo del Cumponidori come Sciamano, Estatico, Profeta (“colui che fa sgorgare acqua dai cumuli-nembi”). I pozzi sacri nuragici, le fonti “miracolose” come quelle di San Leonardo di Siete Fuentes vicino a Santu Lussurgiu, accanto alle quali i Templari costruirono la chiesa che oggi conosciamo e un ospedale, proprio in virtù delle peculiari qualità delle acque del luogo. I particolari tipi di pane della Sardegna: ad esempio, Su Pani de is Bagadius (Siurgus Donigala), che viene portato in processione come Cristo Morto sulla Croce, trova le sue origini nei riti dedicati al dio Adone. Le sacerdotesse e i sacerdoti, nonché le varie personificazioni del Dio della Natura, trasformati nel tempo e giunti fino ai nostri giorni, capovolgendone la valenza, come “diavoli” (ad esempio Maimòni/Maimòne, Cambilargiu, Brutu, Mascazzu, Leunardu, Musteddìnu/Boe Muliake). Tutto è legato al medesimo culto: il Culto dell’Acqua.

Le installazioni che sono state protagoniste delle performance art di Nicola Marongiu, visibili già nell’anteprima del documentario, sono parte del progetto artistico “Sa Sartiglia”, e sono state realizzate con alcune delle 33 opere del primo ciclo nato dalla collaborazione tra Nicola Marongiu e Alfonso Canfora. Ciascuna opera ha un proprio nome ed è plasmata in materiali connessi o ispirati a elementi, archetipi, toponimi, usi e riti che dal particolare portano all’universale.


ABBA – Opera del Progetto Artistico “Sa Sartiglia”

Link YouTube: https://youtu.be/NG540IZGP6Y

Tratto dall’intro di “Sardegna Tempio delle Acque”

Riprese (drone) e effetti: Francesco Orrù
Montaggio: Nicola Marongiu, Cinzia Carrus, Francesco Orrù
Regia: Nicola Marongiu, Cinzia Carrus, Francesco Orrù
Musica: Etymos’s Eyes –
https://youtu.be/yg_emO5SI80

Scopri “Abba” l’Opera del Progetto Artistico “Sa Sartiglia” su https://sasartiglia.com/maschere-sa-sartiglia/maschere-sa-sartiglia-abba/

Visita il Museo virtuale del Progetto Artistico: https://sasartiglia.com/museo-virtuale/

 

Please follow and like us:
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather