Voglio una Biennale!

Questo è uno dei miei primi ArtBlitz, anche se non il primo in assoluto sicuramente il primo che ho incominciato a chiamare così denominando queste mie performance clandestine o semi-clandestine con questo termine “ArtBlitz”. Ho deciso che da oggi in poi a favore dei miei lettori di Cagliari Art Magazine (spero sempre più numerosi) di pubblicare ogni settimana uno di questi miei interventi, e per rendere queste pubblicazioni più significative voglio ogni volta dedicarle a una persona che in qualche modo ha partecipato a questa azione, raid, performance, happening o comunque vogliate chiamarle . Questa volta la dedica va a Massimiliano Tonelli per aver pubblicato la notizia di questa mia incursione sul numero 42 Exibar.onpaper (speciale Grantour) agosto/settembre 2007 di cui all’epoca era il direttore. 

Arsenale Biennale di Venezia





Voglio una Biennale!

Arsenale della Biennale di Venezia 8 giugno 2007.

Cronistoria:
Questo è quello che ho scritto ad un amico dopo uno dei primi artblitz:
Ciao caro mi ha fatto piacere incontrarti a Venezia. Non so se anche tu avrai sentito come me tutte le lamentele sul padiglione italiano. Le solite ed immancabili, come ogni volta certo! Ma quando io dicevo che non sarebbe cambiato niente, a tutti quelli che lamentandosi volevano solo strumentalizzare l’assenza del padiglione italiano, avevo ragione o no? Chi se lo ricorda ora? Possibile che non esistono artisti validi e meritevoli che avrebbero potuto esporre al posto dei soliti noti, forse bravi? A chi piacciono, ma non certo meritevoli di partecipare a 3 biennali consecutive quando ci sono artisti ben più meritevoli che non trovano mai il pertugio giusto. Come vedi è sempre la stessa storia, non importa quello che fai, ma bensì chi hai l’opportunità di frequentare. È per questo che quest’anno ho fatto una performance abusiva all’Arsenale che ho documentato anche con delle foto. Sono salito in cima ad un’alta scala e ho gridato “Voglio fare anche io una Biennale, voglio una Biennaleeee, voglio una Biennaleeeee, voglio una Biennaleeeee, voglio una Biennaleeee” . Rifacendo il verso al grande Ciccio Ingrassia, che impersonava un folle, che sale in cima ad un albero e strilla “Voglio una donnaaaa, Voglio una donnaaaa, Voglio una donnaaaa,” nel famoso film di Federico Fellini “Amarcord”, ho ritenuto opportuno dire così la mia.
Pino Boresta

Nel numero 42 Exibar.onpaper (speciale Grantour) agosto/settembre 2007.
Così scrive la redazione di Exibart.onpaper alla pagina 30 fotofinish a riferimento di una foto che mi vede abbarbicato in cima a una lunga scala infissa alle mura dell’Arsenale durate il vernissage della 52° Biennale di Venezia mentre strillavo “Voglio una Biennaleeeeee!”:
Altro concerto ha improvvisato il sempre spassoso Pino Boresta che, non vergognandosi di essere venuto in laguna con tanto di prole, ha adocchiato una scala, vi è salito ed ha cominciato ad urlare “Invitate anche me alla Biennaleeeee”.

In foto: Arsenale di Venezia, Ciccio Ingrassia (disegno digitale), Io su scala foto opera composizione (foto fatta da Soele Boresta).

Please follow and like us:
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather