Zoom Capoterra: chiacchiere e disservizi!

Zoom Capoterra: chiacchiere e disservizi!

“I citati 15 lavoratori assenti per malattia in realtà comprendono anche quelli in ferie”.

Silvano Corda, consigliere socialista di minoranza, interviene sulla questione sindacati a sostegno dei lavoratori, accusati di creare il disservizio differenziata a Capoterra:

“Il Sindacato ha ragione, fuori dal mondo che una società si schieri per sollevarsi dalle sue responsabilità contro i suoi stessi dipendenti.
Un capitolato d’appalto non viene rispettato e per questo ci si scaglia contro i lavoratori?
Se non lo fa il Sindaco, mi troverò costretto a farlo io da consigliere di minoranza ma da presidente della commissione vigilanza, farò quello che avrebbe dovuto già fare il Sindaco: diffiderò e querelerò personalmente l’azienda.
I mezzi sono dei mezzi usati con un piccolo adesivo difficile da notare con scritto su Comune di Capoterra, mastelli e buste sono ancora latitanti, questo a fronte di tre mesi di chiacchiere e disservizi, l’adesivo l’hanno messo dopo avere letto le mie dichiarazioni su #zoomcapoterra, ma vogliono prendermi in giro?
I mezzi a disposizione sono pochi, attendono che rientri un mezzo per farne poi uscire un altro, l’altra impresa tra le 6 e le 13 terminava il lavoro, qui si attende che un mezzo termina il giro e poi riparte l’altro, ma è normale?
Il primo cittadino è il responsabile legale dell’amministrazione: convochi i vertici e faccia rispettare il capitolato d’appalto non può rendersi complice di questo disservizio, ripeto se non si attiva lui, m’attiverò io, ma per lui questo sarebbe una squalifica politica nei confronti del suo ruolo istituzionale, preferirei che mi precedesse”.