Zoom Capoterra: infarto bolletta!

Zoom Capoterra: infarto bolletta!

Un titolare di una caffetteria, ieri ha condiviso nel gruppo social di #zoomcapoterra, una bolletta da 24000 euro, a leggere il principale quotidiano isolano pare non sia il solo ad avere ricevuto bollette da tachicardia.

Il consigliere comunale del Pd, Efisio De Muru, unico candidato Sindaco di sinistra alle scorse comunali, dichiara:

“di fronte a certi importi è importante capire cosa sia accaduto!”

Per l’esperto della commissione comunale, che sta esaminando il passaggio ad Abbanoa il problema sarebbe in “bollette calcolate su consumi presunti”.


Il Sindaco come sempre minimizza:

“Le tariffe sono rimaste invariate e i dipendenti comunali sono a disposizione per analizzare ogni singolo caso ed eventuali anomalie”.

Allora dove è il problema?

Come sempre lo spiega il socialista Silvano Corda:

“La questione bollette pazze  non ha nulla a che vedere con l’ufficio di Via Matteotti preposto alla riscossione: non ha colpa.
L’ufficio acquedotto del Comune di Capoterra, prima di fare partire le lettere ha consegnato le liste di carico al Sindaco, come in passato faceva con l’amministrazione Dessi e prima ancora Marongiu, compito dell’amministrazione era verificare le bollette e filtrarle.
Questa volta nel nome del fare cassa, si è inviato tutto senza nessun controllo e filtro.

Il Sindaco chiede ai cittadini di controllare?
Lo scandalo è fare girare queste fatture senza filtro, si potevano evitare almeno quelle paradossali, ma forse è soltanto lo stile della giunta del cambiamento”.