ZOOM CAPOTERRA: L’ACQUA? A MARE!

ZOOM CAPOTERRA: L’ACQUA? A MARE!

Leggo sul principale quotidiano isolano, che la parte alta di Capoterra da settimane ha il problema dei rubinetti a secco.
Ma non doveva essere un’estate spensierata all’insegna della ripartenza economica e del divertimento?

Il problema è evidenziato dal socialista di minoranza Silvano Corda:

“l’acqua arriva col contagocce da due settimane”.

 

Il Sindaco, forte del parere dei tecnici, spiega che è un problema fisiologico e aggiunge:

“In assenza di un risultato chiederemo ad Abbanoa una fornitura d’acqua supplementare.

In ogni caso, in questo periodo di difficoltà, chiediamo ai cittadini un utilizzo dell’acqua più oculato”.

Adesso, chiaramente si tratta del riscaldamento globale che comporta mutazione climatica e scioglimento dei ghiacciai, questa è un’amministrazione dal forte taglio ambientalista (il giglio della Maddalena spiaggia in tal senso è un simbolo), ma cosa vuole dire un utilizzo dell’acqua più oculato?

A 40 gradi all’ombra, con il permanente rischio di insolazione e disidratazione, cosa vuole dire utilizzo dell’acqua più oculato?

Andare al mare a trovare refrigerio?

C’è ancora l’American Beach chiuso, le docce comunali sono ancora non attive e l’inflazione sale.

 

 

Zoom Capoterra: estate al mare (stile balneare)!