Zoom Capoterra: Notte bianca!

Zoom Capoterra: Notte bianca!

“La notte bianca in Corso Gramsci è stata un successo”.

Così il primo cittadino racconta la grande partecipazione della comunità da lui amministrata all’iniziativa.

Sul tema, come sempre, sento la minoranza che è anche memoria dell’amministrazione uscente:

Per il socialista Silvano Corda:

“In campagna elettorale il primo cittadino dichiarò: “con noi al governo vedrete cose mai viste”.
Adesso vorrei chiedergli: cosa non abbiamo mai visto?
La notte bianca a base di cultura e tradizione a Capoterra c’è sempre stata, l’idea di centro storico vivo è stata determinata dall’amministrazione passata e con esso le regole di chiusura, Casa Melis è nodo culturale della comunità da quindici anni, tutto bellissimo certo, ma è una retta di rinnovamento culturale tracciata quindici anni fa”.

Per l’ex Sindaco Francesco Dessi:

“La giusta naturale prosecuzione di percorso del nostro programma riguardo le politiche culturali del nostro territorio, evidentemente il nostro programma di rinnovamento, posto in essere vent’anni fa, piace molto all’attuale maggioranza”.

Per il candidato Sindaco di centro destro alle scorse comunali, oggi in minoranza, Gianluigi Marras:

“Fa piacere sapere che la Notte Bianca sia finalmente tornata.
Mi fa piacere sapere che il Sindaco abbia potuto partecipare alla notte bianca.
Si capisce che non ne conosceva l’esistenza nonostante siamo arrivati all’ottava edizione.
Dispiace che lo abbia fatto solo perché Sindaco.
Sui numeri della partecipazione fossi in lui andrei più cauto, non avendo mai visto una notte bianca a Capoterra, non riesce a capire quante sono “migliaia di persone”.
Sono sicuro che per la prossima s’impegnerà di più per raggiungere i numeri nelle precedenti edizioni.
Sembrerebbe poi che abbia scoperto l’acqua calda dichiarando che creando un evento in C.so Gramsci chiuso al traffico si affollano persone.
Fossi in lui mi preoccuperei del fallimento del c.so Gramsci chiuso al traffico da mesi che ha causato forti disagi e desolazione, ai cittadini e a quelle poche attività della zona.
Un ultima cosa: per questi eventi in passato Casa Melis è sempre stata aperta per le visite guidate. Non è una novità”.