ZOOM CAPOTERRA: POSTE E LOTTIZZAZIONI!

ZOOM CAPOTERRA: POSTE E LOTTIZZAZIONI!

Durante le scorse comunali Capoterresi, una questione politica centrale, cavalcata dall’attuale maggioranza, è stata quella di ridurre le distanze tra servizi base di Capoterra centro e le zone residenziali.


Per l’intera campagna elettorale, si sono rappresentate le lottizzazioni come un luogo ghetto, di cittadini deprivati dei diritti di fruizione dei servizi base, dimenticati dalla passata amministrazione.


Vero o falso?


A questo punto della storia politica ed economica di Capoterra, poco interessa, ricordiamo però che tra i vari interventi proposti dall’attuale maggioranza c’era anche quello di un ufficio postale con bancomat che servisse la zona delle lottizzazioni: il maggior quotidiano isolano (qualora fosse necessario ricordarlo), c’informa che nulla è cambiato (eppure era il “rinnovamento”), una raccomandata arriva nelle lottizzazioni con soltanto dieci giorni di ritardo, ovviamente nulla c’entra la posta, questioni di debito pubblico, inflazione crescente e carenze di personale, eppure espandere i servizi postali nell’interesse degli anziani residenti nelle lottizzazioni è stata una dichiarazione d’intenti, aspettiamo fiduciosi?